OFFICINE SINTETICHE LAB - Sezione Ricerca e Formazione
PROGETTO TRANSNAZIONALE DI ARTI PERFORMATIVE, VISIVE E NUOVE TECNOLOGIE
Officine Sintetiche 2008
condotto da Konic Thrt (Barcellona)
(Rosa Sánchez and Alain Baumann)

Sito web: www.koniclab.info

Scheda Konic Thtr
The Augmented Stage: Torino:
Ricerca, Sviluppo e Innovazione

Anche nel 2008 Officine Sintetiche propone un progetto transnazionale, interdisciplinare, dedicato alle arti performative, visive e nuove tecnologie. Le Officine Sintetiche si propongono di sviluppare, in correlazione con gli operatori culturali del territorio, innovative forme di produzione di eventi che si avvalgano di figure professionali specializzate secondo i modelli internazionali di rinnovamento della cultura e secondo una logica che fornisca reali soluzioni occupazionali. Nelle Officine Sintetiche si utilizzano mezzi tecnici (robotica, animazione interattiva, software per la gestione scenica, video, audio, etc.) e risorse espressive (arti performative, arti visive) mescolandoli in un’unica forma drammaturgica “aperta” che fonde diversi linguaggi al fine di realizzare una produzione complessa e innovativa. Al suo interno collaborano studenti, professionisti, artisti, ricercatori.
Formazione: Affiancando la formazione universitaria, vogliamo creare figure professionali specialistiche in grado di sostenere le sfide di una produzione complessa e innovativa. Ogni anno il progetto propone un artista o un gruppo internazionale di chiara fama, nell'ambito delle arti performative e dei nuovi media digitali, al quale affidare il laboratorio: una sorta di moderna "bottega" che mette i giovani in contatto con le dinamiche di una produzione per il pubblico, permettendo loro di sperimentare nella pratica le competenze sviluppate nel corso delle attività formative.
Ricerca: Torino è terreno fertile per le ricerche sulla contaminazione tra scienze informatiche, arti, comunicazione e nuovi media. Le università e i dipartimenti ospitano studiosi e giovani ricercatori di diversa provenienza che collaborano a progetti interdisciplinari. Il progetto è far tesoro del know how sedimentato negli anni, con fini applicativi e divulgativi. La collaborazione tra il CIRMA, il dipartimento DAMS e quello di Informatica, la relazione con i ricercatori del Politecnico di Torino che svolgono attività all’interno del corso di Ingegneria del Cinema e dei Mezzi di Comunicazione, assicura un'efficace rete di sviluppo e circolazione della conoscenza. Un esempio di tale sinergia, nell’edizione di quest’anno, è l’utilizzo in scena di un software frutto della ricerca condotta da ASA LAb (VRMMP), il Solumnium: una piattaforma hardware/software per la realizzazione di superfici animate, sensibili alla presenza degli utenti e al loro movimento.
Produzione: In collaborazione con gli operatori culturali del territorio il progetto si completa nella sua fase produttiva, organizzativa e divulgativa. Nella fase produttiva l’attenzione verrà posta sui contenuti dell’opera e sulla sua fruibilità.
FASE I
6/11 ottobre 2008
Workshop The augmented stage
Virtual Reality

FASE II
26 novembre/5 dicembre 2008
Workshop The augmented stage
Virtual Reality & Multi Media Park

FASE III
6 dicembre 2008
"A(d’acqua): The augmented stage in Torino"
performance finale,
Malafestival 2008
foto di gruppo 2008
Credits